«

»

Mag 28

Due giorni di raduno play off con la presenza di Abisso

“Chi perde si giustifica, chi vince festeggia! E per poter festeggiare dovete lavorare giorno dopo giorno. Decidete che la parola successo sia per voi qualcosa di inevitabile e lavorateci!”. Ha concluso così il Presidente, Fabio Cigna, la due giorni di lavoro del raduno play-off dell'Organo Tecnico Sezionale di giorno 12 e 13 maggio.
Due giorni di intensi lavori sul campo ed in aula, con momenti di aggregazione tra i ragazzi al fine di cimentare la crescita del gruppo. La mattinata del primo giorno è stata dedicata ai test atletici, svolti presso il campo comunale di Castellammare del Golfo, e ad una lezione di tattica, durante la quale sono state simulate azioni di gioco dinamiche, situazioni statiche e posizionamenti sul terreno di gioco.
Nel pomeriggio spazio ai quiz tecnici, alla loro correzione, sotto l’attenta guida del Responsabile degli osservatori Renato Parsi, alla visione di slide motivazionali e filmati riguardanti situazioni di gioco varie. Successivamente gli arbitri sono stati suddivisi in tre gruppi di lavoro con la visione di alcuni video e l’analisi degli stessi in aula secondo la logica del confronto e della ricerca dell’uniformità di interpretazione e di intervento.
La serata si è conclusa con i colloqui individuali.
La seconda giornata del raduno è stata dedicata principalmente alla parte tecnica con l’analisi, in aula, assieme al Vicepresidente Marcello Terzo di particolari azioni di gioco. Anche per il calcio a 5 e per gli aspiranti assistenti sono continuati i lavori in aula, sotto l’attenta guida del Vice Presidente Salvatore Lombardo e Marco Giulivi (per il calcio a 5) e di Matteo Guddo e Daniele Lambiase (per gli aspiranti assistenti).
Graditissima e sorprendente la partecipazione al raduno dell’arbitro di Serie A Rosario Abisso, che, appena atterrato in aeroporto da Milano, impegnato la sera prima nella direzione della gara Inter Sassuolo, ha voluto raggiungere subito i ragazzi per salutarli e confrontarsi con loro.
“La presenza all’evento di un nostro esponente CAN A dimostra, ancora una volta, che la nostra è una grande squadra” , ha affermato Cigna.
Dopo la visione di un video riassuntivo della due giorni di lavori, Rosario ha voluto rimarcare la ” fortuna”, che hanno i fischietti palermitani di poter prendere parte ad un incontro tecnico/formativo di così alto livello. “Nell’arbitraggio vince chi ha più equilibrio e costanza nel gestire i momenti di up e di down”, ha spiegato Rosario, puntualizzando ai ragazzi l’importanza di saper gestire tutte le circostanze, positive e negative, che si presentano durante la carriera arbitrale.
Non sono mancate le tante curiosità e le domande, da parte dei giovani arbitri, su alcune situazioni gestite da Rosario in Inter - Sassuolo la sera prima, in una logica di confronto tecnico e dialogo interessante e formativo.
Nel pomeriggio l’ultimo impegno dei due giorni per tutti i partecipanti è stata la visionatura della finale Play off di terza categoria, a Montemaggiore Belsito, diretta dal giovane collega Giuseppe Matranga.
Sono stati due giorni intensi per i giovani fischietti palermitani che, oltre a solidificare la loro preparazione, hanno dato, ancora una volta, dimostrazione della loro passione per questa meravigliosa attività sportiva.